Attività di ricerca

"Ciclo dei rifiuti: governare insieme ambiente, economia e territorio". Rapporto 2012/2013

Nelle strategie dell’Unione europea la politica dei rifiuti è essenzialmente prevenzione, efficienza nell’uso delle risorse, riduzione di costi e impatti ambientali, riqualificazione di processi produttivi e civili. Oggi, perciò, governare il ciclo dei rifiuti significa governare insieme ambiente, economia e territorio, con consapevolezza collettiva e consenso sociale.

L’Italia, nell’attuazione delle direttive europee, registra una situazione di arretratezza, contrassegnata da forti differenze territoriali e da ampi margini di illegalità e arbitrio. Una coerente politica nazionale in materia è venuta meno per effetto di decisioni parziali, contingenti e scoordinate, assunte per finalità diverse, segno di disattenzione verso le politiche ambientali. Si rischia di compromettere i progressi compiuti da molte realtà territoriali e dai comparti produttivi, in particolare consorzi di filiera ed ex municipalizzate.

Il Rapporto 2012/2013 avanza proposte concrete per riaffermare il carattere strategico di una politica nazionale dei rifiuti, che dia coerenza all’indirizzo politico nazionale, armonizzi programmazione, regolazione e controlli tra Stato e Regioni, ponga fine ai commissariati straordinari.

Guarda il video della presentazione

 

Rassegna Stampa